B&B Check-In B&B Check-Out

I Giardini di Roma

Villa Ada Savoia

Villa Ada si trova nel Quartiere Salario, con ingressi in Via Salaria 267 e 273, Via di Ponte Salario (la strada ai piedi di Monte Antenne), Via di Monte Antenne e Via Panama. L'estensione di Villa Ada è di 160 ettari.

Villa Ada è stata una delle residenze dei Savoia e comprende numerosi edifici di varia natura ed epoca, dislocati principalmente a ridosso di Via Salaria. L'attuale comprensorio della villa si estende per circa 160 mq e corrisponde a un territorio di grande importanza storica, abitato sin dall'epoca romana. Nel perimetro di Villa Ada si trovano infatti ancora numerosi segni della presenza della civiltà romana, specie nella parte più selvatica della Villa (a ridosso di Via Pezzana). Sulla collina oggi in parte occupata dal Forte Antenne, era ubicata l'antica città di Antemnae (ante amnem ossia davanti al fiume), che ha dato origine al nome con il quale è conosciuta questa parte di Villa Ada (Monte Antenne).

All'interno di Villa Ada si trovano degli impianti giochi per bambini, con ingresso in Via Salaria 275 (zona colle della Finanziera) e Via Ponte Salario (dove si trova anche il laghetto) e dei percorsi attrezzati per attività ginniche, tra la valle del sughereto e l'ingresso di Via Salaria 275. La parte di Villa Ada accessibile dal laghetto porta ad grande porzione del tutto selvatica, che può essere percorsa attraversando degli stretti sentieri. Il sentiero principale porta fino al quartiere dei parioli, ma si arriva anche poco distante a Piazzale delle Muse.

Il WWF gestisce dei percorsi naturalistici. Per informazioni contattare la Cooperativa Valle dei Casali (telefono 0666167140). Villa Ada è aperta dalle 7 al tramonto

Villa Balestra

Villa Balestra si trova nella parte più esclusiva del quartiere Parioli, con ingresso in Via Bartolomeo Ammannati e si estende per circa 15.000 mq. Del parco originario della villa resta solo una piccola porzione. Acquistata dal Cavaliere Giuseppe Balestra nel 1880, la villa fu smembrata a partire dal 1910 e divenne proprietà del Comune di Roma nel 1939. L'area dei giardini pubblici copre una superficie di poco meno di 15.000 mq ed è strutturata su due viali paralleli e tre grandi aiuole con alberature ad alto fusto. Rientrano nell'area del giardino pubblico anche una piccola zona digradante, una sorta di boschetto utilizzata come area per cani a sinistra del cancello principale e a ridosso dell'antica villa, nonché uno spazio che ospita un punto di ristoro attrezzato con attività ludiche per l'infanzia sul lato opposto. Lungo le pendici della collina si estende una vasta zona a verde caratterizzata da folta vegetazione e da grotte scavate nel tufo a mezza costa, abitate fin dal tempo degli antichi romani. A seguito dello smottamento della collina, e della costruzione della pista ciclabile ai piedi della collina, tutte le grotte di tufo sono state rese inaccessibili dal Comune di Roma.

In fondo al giardino a destra dell'entrata giochi per bambini si trova un punto ristoro, ideale per organizzare le feste per i più piccoli. Villa Balestra è aperta da aprile a ottobre dalle 7 alle 24.30 e da novembre a marzo dalle 7 alle 20.

Villa Borghese

Villa Borghese si estende per circa 80 ettari con ingressi a Piazzale Flaminio, Piazzale Firdousi, Viale delle Belle Arti, Via P. Raimondi, Via Pinciana; Piazza San Paolo del Brasile (Porta Pinciana). Villa Borghese è uno dei più importanti parchi pubblici di Roma. Si trova tra le Mura aureliane e i quartieri Pinciano, Parioli e Flaminio. Il grande parco contiene diversi edifici ed ha nove ingressi: tra i più frequentati quello di Porta Pinciana, quello dalla scalinata di Trinità dei Monti, quello dalle rampe del Pincio a Piazza del Popolo e l'ingresso monumentale di Piazzale Flaminio.

Il giardino del Pincio, nella parte Sud del parco, offre un famoso panorama su Roma. L'edificio della villa oggi sede della Galleria Borghese, fu costruita dall'architetto Flaminio Ponzio. La villa ospita anche il Bioparco di Roma e il Museo civico di zoologia, mentre la Casina delle Rose è oggi la sede della Casa del Cinema. Nei pressi di quest'ultima si trova il Cinema dei Piccoli, la sala cinematografica più piccola al mondo. Nel 2003 è stato inaugurato il Silvano Toti Globe Theatre, una ricostruzione del Globe Theatre di Shakespeare a Londra.

Web: www.villaborghese.it Punto informazioni: Viale dell'Uccelliera; tutti i giorni dalle 9 alle 17. Servizi di Bookshop Ludoteca Casina di Raffaello dai 4 ai 10 anni Viale della Casina di Raffaello (Piazza di Siena) 19 telefono 06-06-08 (o 06/8558334 per feste di compleanno). Teatro dei burattini S. Carlino Valle dei cuccioli, entrata interna al bioparco. Ricordiamo anche il Cinema dei piccoli, in Viale della Pineta, 15 Telefono 068553485 web www.cinemadeipiccoli.it/ . Il Cinema dei piccoli di Villa Borghese, dispone di 63 posti a sedere e un bar. Nato come sala per bambini nel 1934, il piccolo cinema di legno è ormai un pezzo di storia, una tradizione che ha visto succedersi per oltre 70 anni generazioni di bambini romani. Orario: dal mercoledì al venerdì 17 e 18,30; sabato e domenica 15,30, 17 e 18,30. Chiuso il lunedì e il martedì. La sera il cinema dei Piccoli offre una programmazione d’essai negli Orario 20,30 e 22,30.

Villa Chigi

Dove si trova: Quartiere Trieste Epoca: 1763 - 1776 Estensione: 5 ettari Ingressi: via di Villa Chigi 24, via Valnerina, via Niccolò Piccinni Villa Chigi, voluta nella seconda metà del Settecento dal cardinale Flavio Chigi, è un eccellente esempio di "casino di villeggiatura" della seconda metà del Settecento. L'edificio e l'annesso giardino all'italiana sono di proprietà privata una recinzione li separa dalla parte pubblica del parco. Altalene e pista di pattinaggio: si trovano in un piccolo giardino pubblico esterno al parco, ma attiguo alla villa, sul lato di via Niccolò Piccinni. Orario di apertura: dalle 7 al tramonto

Villa Glori (Parco della Rimembranza)

Villa Glori è il parco pubblico più vicino a Ponte Milvio. Si trova nel quartiere Parioli e si estende per 25 ettari. L'ingresso principale si trova in Via Maresciallo Pilsudski

Villa Glori, nata come Parco della Rimembranza dedicato ai caduti della prima Guerra Mondiale e poi riconsacrato a tutti i caduti romani per la patria (grande croce di ferro su piazzale di Villa Glori), occupa una vasta area che va dal Tevere, all'altezza dell'Acqua Acetosa, fino alle pendici del quartiere Parioli, costeggiando ad Est l'Auditorium. Giochi per bambini: sul viale di Villa Glori all'altezza dell'entrata alla Villa su viale Maresciallo Pilsudski Noleggio pony: entrata di viale Maresciallo Pilsudski. Orario di apertura: dalle 7 al tramonto

Villa Grazioli

Dove si trova: Quartiere Salario Epoca: fine XIX secolo Estensione: mq 4.200 Ingressi: viale di Villa Grazioli, Via Bruxelles. Dell'originario parco di Villa Grazioli rimane oggi un piccolo giardino pubblico con vialetti ghiaiati e aiuole erbose, ombreggiate da pini, situato tra via Panama e via Salaria, non distante da Villa Ada Savoia. Giochi per bambini: lato via Bruxelles Orario di apertura: il giardino è sempre aperto Villa Leopardi Dittajuti Dove si trova: Municipio II, quartiere Trieste Epoca: fine XIX secolo, inizi XX secolo Estensione: 19.500 mq Ingressi: via Nomentana 383 e 385, via Makallè , via Asmara (attualmente chiuso)p>

Villa Leopardi Dittajuti

La Villa Leopardi Dittajuti sorge in un'area limitrofa alla via Nomentana, a circa due chilometri da Porta Pia, percorsa nel sottosuolo da alcuni rami delle catacombe del Coemeterium Maius, per visitare le quali è necessario rivolgersi alla Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. La villa è un esempio di residenza di fine Ottocento, frutto della trasformazione di un'area agricola in "giardino di delizie". In un edificio minore ha sede la Biblioteca Comunale. Aree giochi per bambini: ingresso di via Nomentana Biblioteca Comunale. Villa Leopardi Dittajuti Dove si trova: Municipio II, quartiere Trieste Epoca: fine XIX secolo, inizi XX secolo Estensione: 19.500 mq Ingressi: via Nomentana 383 e 385, via Makallè , via Asmara (attualmente chiuso)

Villa Alberoni Paganini

Dove si trova: Municipio II, quartiere Nomentano Epoca: XVI-XX secolo Estensione: 25.400 mq. Ingressi: via Nomentana di fronte al n. 70 (Villa Torlonia), vicolo della Fontana, largo di Villa Paganini

Villa Paganini si trova su via Nomentana di fronte a Villa Torlonia. E' stata di recente riaperta al pubblico dopo un attento restauro ad opera del Servizio Giardini del Comune di Roma, in collaborazione con la Soprintendenza comunale. La Villa è stata riportata al suo ultimo aspetto storico documentato e cioè a quello del giardino romantico di fine Ottocento, con il ripristino del lago e con la riapertura della Grotta-Ninfeo. Un piacevolissimo parco cui fanno da cornice i i palazzi del quartiere Nomentano. Giochi per bambini: ingresso di largo Paganini Servizi: ingresso di largo Paganini Aree per cani: ingresso di via Nomentana.

Villa Tacchi Venturi

La Villa Tacchi Venturi si trova nel Quartiere Trionfale e risale al 1920. L'estensione della villa è di circa 10.500 mq, con ingresso in Via della Camilluccia 364 Villa Tacchi Venturi occupa l'area tra via della Camilluccia e via dei Monti della Farnesina e si trova sulla sommità di un'altura che permette una vista spettacolare su Monte Mario e sulla città. Il complesso è stato acquisito dal Governatorato di Roma che ha deciso di disporne liberamente alla luce dei progettati interventi di ampliamento della sede stradale. Dal 2004, il solo villino è tornato alla proprietà privata. Purtroppo la Villa è chiusa al pubblico anche se è visibile dalla strada.

Riserva Naturale Valle dell'Aniene

Ingressi: Via Vicovaro, via M. Tilli, Via Val D'Ala, Via Conca D'Oro, Via Nomentana (Via Sannazzaro), Via Cingolani, Via Tor Cervara. La riserva ha una estensione di 620 ettari

Ente Romanatura: Villa Mazzanti – Via Gomenizza, 81 telefono 0635405310, Web: www.romanatura.it

Il tratto urbano della Riserva Naturale Valle dell'Aniene è caratterizzato dalle anse del fiume Aniene, mentre nel tratto che si trova oltre i confini della città predomina la campagna romana. Nell'area si trovano le sorgenti dell'antica Acqua Vergine, il cratere del Lago di Castiglione e l'area di Pantano Borghese. Il territorio pianeggiante ha favorito l'instaurarsi di querceti ma la presenza del fiume Aniene ha aggiunto l'olmo, il salice bianco, il frassino e l'acero.

Nella Riserva Naturale Valle dell'Aniene si trovano il gambero e il granchio di fiume, due indicatori ecologici molto validi, poiché si trovano esclusivamente in presenza di acque pulite, nonché alcune colonie di pipistrelli

La Casa del Parco è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 18

Monumento naturale Galeria Antica

Estensione: 691 ettari Accessi: via Santa Maria di Galeria 691. Il Monumento naturale di Galeria Antica è situato all'interno del bacino idrografico del fiume Arrone. La valle ha rappresentato per migliaia di anni un elemento catalizzatore della frequentazione e dell'insediamento stanziale dell'uomo sin dall'epoca preistorica. Le origini del Borgo di Galeria si perdono nel tempo; il luogo dove oggi sorge solitaria e fascinosa, fu probabilmente abitato già da epoche remotissime, vista la posizione strategica estremamente favorevole. Riferimenti utili: Ente Romanatura: Villa Mazzanti - Via Gomenizza, 81 telefono 0635405310 Web: www.romanatura.it

Orto Botanico di Roma

Dal Flaminia House è anche possibile rapidamente giungere all'Orto Botanico di Roma, che si trova in Largo Cristina di Svezia, 24. L'Orto botanico di Roma ha attualmente un'estensione di 12 ettari, in posizione riparata sul pendio del Gianicolo volta a Nord-Est e assolata nella parte pianeggiante. L'Orto ha funzioni didattiche, di educazione ambientale e di ricerca scientifica. E’ sede di mostre, corsi, conferenze e simposi. Ha annualmente quasi centomila visitatori. L'attività per le scuole è molto intensa, con circa 250 visite guidate. L'Orto, inoltre, è sede di ricerche altamente specializzate sull'ecologia dell'ambiente urbano. Orario di apertura: dal martedì al sabato 9,30-18,30, inverno 9,30-17,30

Passeggiata del Gianicolo

A tutti i nostri ospiti consigliamo di visitare il Gianicolo, un parco che si trova nel quartiere Trastevere e che risale alla seconda metà del XIX secolo. Il parco ha una estensione di 3,5 ettari e l’ingresso principale si trova in Via Garibaldi, salita di Sant'Onofrio. Il nome del Colle deriva dal dio Giano. È racchiuso dentro la cinta muraria fatta erigere dal Papa Urbano VIII nel 1642. Nel punto più alto del parco c’è il monumento equestre dedicato a Giuseppe Garibaldi. Vicino alle giostre c’è la statua in bronzo di un ragazzino con un cane. E’ Righetto con la sua cagnolina Sgrullarella. Durante la battaglia contro i francesi furono molti i ragazzini che aiutarono i garibaldini. Il loro compito era bagnare con uno straccio le micce delle bombe francesi un attimo prima che esplodessero. E fu facendo questo che Righetto morì assieme alla sua cagnetta. E’ tradizione che ogni giorno, esattamente alle 12, un cannone spari a salve dal Gianicolo. Lo volle lì Pio IX. Sembra che i sagrestani di Roma sciogliessero le campane di mezzogiorno… ognuno in un momento diverso. Il Papa non amava tutto quello scampanio irregolare e così sentenziò che dovesse essere una cannonata, udibile per tutta la città, a dare il via alle campane delle chiese. Oggi, il cannone continua a segnare le ore, ed è udibile in tutta la città, specie durante le giornate nuvolose. Esce dal suo box (giusto sotto il parapetto del piazzale) scortato dagli artificieri dell’esercito italiano e dice alla città che è mezzogiorno in punto. La scena si ripete ogni giorno negli anni ed è sempre apprezzata, sopratutto dai più piccoli. A chi desidera partecipare a questo evento quotidiano, consigliamo vivamente di tapparsi le orecchie al momento dello sparo: il rumore è veramente assordante. Punti ristoro e servizi: piazzale Giuseppe Garibaldi, piazza S. Onofrio altezza ospedale Bambino Gesù Giostre: ingresso via Garibaldi Teatrino dei burattini: piazzale Giuseppe Garibaldi Orario di apertura: è sempre accessibile

Parco della Mole Adriana

Nel centro di Roma, ma facilmente accessibile dal Flaminia House, si trova il Parco della Mole Adriana. Il parco risale al 1933 ed occupa una estensione di 5 ettari. L’ingresso principale si trova in Piazza Adriana, lungotevere Castello. Realizzato negli anni 30, il parco della Mole Adriana, prende il nome dal mausoleo fatto costruire dall'imperatore Adriano nel 134-139 d.C. e trasformato negli anni successivi in fortezza pontificia (Castel S. Angelo). L'area verde che lo circonda si articola su diversi livelli in comunicazione tra loro con rampe di scale: la pineta, la passeggiata lungo i bastioni e il fossato. Il giardino dell'area, anticamente detto "Piazza d'armi", fu realizzata in epoca fascista. In occasione del Giubileo del Duemila è stato ultimato, accanto a Castel Sant'Angelo, sul lungotevere, un giardino classico all'italiana. Una passeggiata con vista sul fiume. Il parco è sempre aperto.


B&B Flaminia House Via Flaminia 484, 00191 Roma - Telefono 335 5966270
Tutti di diritti sono riservati Copyright 2009-2010